martedì , 4 Agosto 2020

La Stazione appaltante ha giustamente subordinato l’ammissione alla gara al possesso dei requisiti di perfetta funzionalità delle autoambulanze necessarie per lo svolgimento del servizio.

La Stazione appaltante ha giustamente subordinato l’ammissione alla gara al possesso dei requisiti di perfetta funzionalità delle autoambulanze necessarie per lo svolgimento del servizio.

Consiglio di Stato decisione numero 5261 del 17 novembre 2015 Come ha giustamente evidenziato il T.A.R., per la gara in questione l’ASL Lecce aveva richiesto ai partecipanti che g ...

Read More »
il concetto normativo di “violazione dei doveri professionali” cui la norma in questione fa riferimento abbraccia un’ampia gamma di ipotesi, riconducibili alla negligenza, all’errore ed alla malafede, purché tutte qualificabili “gravi”

il concetto normativo di “violazione dei doveri professionali” cui la norma in questione fa riferimento abbraccia un’ampia gamma di ipotesi, riconducibili alla negligenza, all’errore ed alla malafede, purché tutte qualificabili “gravi”

Consiglio di Stato decisione numero 5299 del 20 novembre 2015 Con il secondo motivo di gravame è stato dedotto che il recepimento della direttiva comunitaria 2004/18, effettuato c ...

Read More »
la normativa comunitaria consente di qualificare come ostativo qualsiasi episodio di errore che caratterizzi la storia professionale degli aspiranti concorrenti, purché sia abbastanza grave da metterne in dubbio l’affidabilità

la normativa comunitaria consente di qualificare come ostativo qualsiasi episodio di errore che caratterizzi la storia professionale degli aspiranti concorrenti, purché sia abbastanza grave da metterne in dubbio l’affidabilità

Consiglio di Stato decisione numero 5299 del 20 novembre 2015 Pure irrilevante ai fini della decisione della causa in esame,è la circostanza che con sentenza n. 2359 del 2014 il T ...

Read More »
La ricostruzione in tema di presupposti per l’escutibilità della cauzione provvisoria o di obblighi di comunicazioni in corso di gara operata dalle ricorrenti non convince sotto una pluralità di profili

La ricostruzione in tema di presupposti per l’escutibilità della cauzione provvisoria o di obblighi di comunicazioni in corso di gara operata dalle ricorrenti non convince sotto una pluralità di profili

Tar Veneto, Venezia sentenza numero 1096 del 26 ottobre 2015   Quanto alla contestata carenza del possesso del requisito generale della regolarità contributiva, valgono le conside ...

Read More »
non è ammissibile alcuna frammentazione della rilevanza del requisito della regolarità contributiva, poiché essa renderebbe possibili elusioni degli obblighi imperativi ed inderogabili alla cui tutela è funzionalizzato il requisito stesso

non è ammissibile alcuna frammentazione della rilevanza del requisito della regolarità contributiva, poiché essa renderebbe possibili elusioni degli obblighi imperativi ed inderogabili alla cui tutela è funzionalizzato il requisito stesso

Tar Veneto, Venezia sentenza numero 1096 del 26 ottobre 2015 contrariamente a quanto sostenuto con il ricorso, non è ammissibile alcuna frammentazione della rilevanza del requisit ...

Read More »
solo il concreto omesso pagamento dei contributi può costituire presupposto della sanzione (nel caso di specie revoca dell’aggiudicazione con escussione della relativa garanzia provvisoria)

solo il concreto omesso pagamento dei contributi può costituire presupposto della sanzione (nel caso di specie revoca dell’aggiudicazione con escussione della relativa garanzia provvisoria)

Tar Sardegna, Cagliari sentenza numero 1091 del 30 ottobre 2015 La ricorrente partecipava alla gara indetta dal Comune di Senis per la realizzazione dei lavori di sistemazione deg ...

Read More »
né il bando, né il disciplinare di gara, includono i procuratori speciali tra i soggetti per i quali si dovesse procedere alla verifica del possesso dei requisiti morali di cui alle lettere b) e c), dell’art. 38 del D. Lgs. 12/4/2006 n. 163.

né il bando, né il disciplinare di gara, includono i procuratori speciali tra i soggetti per i quali si dovesse procedere alla verifica del possesso dei requisiti morali di cui alle lettere b) e c), dell’art. 38 del D. Lgs. 12/4/2006 n. 163.

Consiglio di Stato decisione numero 4711 del 13 ottobre 2015 Occorre premettere che, com’è incontestato, né il bando, né il disciplinare di gara, includessero i procuratori specia ...

Read More »
UA-24519183-2