mercoledì , 17 Luglio 2024

Home » 3. Responsabilità » Sussiste in capo all’amministrazione che indice la gara l’obbligo di chiarezza (espressione del più generale principio di buona fede)

Sussiste in capo all’amministrazione che indice la gara l’obbligo di chiarezza (espressione del più generale principio di buona fede)

le conseguenze derivanti dalla presenza di clausole contraddittorie nella lex specialis di gara non possono ricadere sul concorrente che, in modo incolpevole, abbia fatto affidamento su di esse.

Consiglio di Stato decisione numero 2497 del 10 giugno 2016

Dalla disamina degli atti costituenti la lex specialis di gara (bando, disciplinare, capitolato speciale di appalto), con riferimento specifico alla durata dell’appalto si evince in modo palese la contraddittorietà delle prescrizioni.


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

Sussiste in capo all’amministrazione che indice la gara l’obbligo di chiarezza (espressione del più generale principio di buona fede) Reviewed by on . Consiglio di Stato decisione numero 2497 del 10 giugno 2016 Dalla disamina degli atti costituenti la lex specialis di gara (bando, disciplinare, capitolato spec Consiglio di Stato decisione numero 2497 del 10 giugno 2016 Dalla disamina degli atti costituenti la lex specialis di gara (bando, disciplinare, capitolato spec Rating: 0
UA-24519183-2