mercoledì , 12 Giugno 2024

Home » 1. Appalti » l’illogicità dell’attribuzione del medesimo punteggio a fronte dell’evidente diversità del servizio offerto

l’illogicità dell’attribuzione del medesimo punteggio a fronte dell’evidente diversità del servizio offerto

le valutazioni della commissione di gara in ordine alla congruità delle offerte tecniche sono espressione di discrezionalità tecnica dell'amministrazione appaltante e, quindi, assoggettabili ad un sindacato limitato alle presenza di macroscopiche illogicità ed omissioni ovvero ad evidenti errori di fatto

Tar Puglia, Bari sentenza numero 696 del 24 maggio 2016

va evidenziato che il capitolato speciale, nell’indicare i criteri di valutazione della fornitura ed il punteggio massimo attribuibile ad ogni singola voce, ha espressamente previsto “max 5 punti” per il servizio post vendita, dovendosi intendere (e valutare) per tale voce i seguenti elementi: “caratteristiche del personale messo a disposizione, tipologia di supporto consulenziale messo a disposizione; modalità di sostegno per la formazione e aggiornamento continuo degli utilizzatori finali (clinici) e dei non clinici”.


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

 

l’illogicità dell’attribuzione del medesimo punteggio a fronte dell’evidente diversità del servizio offerto Reviewed by on . Tar Puglia, Bari sentenza numero 696 del 24 maggio 2016 va evidenziato che il capitolato speciale, nell’indicare i criteri di valutazione della fornitura ed il Tar Puglia, Bari sentenza numero 696 del 24 maggio 2016 va evidenziato che il capitolato speciale, nell’indicare i criteri di valutazione della fornitura ed il Rating: 0
UA-24519183-2