lunedì , 18 Gennaio 2021

Home » 2. Cauzioni » la commissione, preso atto della esistenza nei confronti della concorrente di un provvedimento interdittivo, ha ritenuto insussistenti i requisiti soggettivi richiesti dall’art. 80 del d.lgs. 50/2016

la commissione, preso atto della esistenza nei confronti della concorrente di un provvedimento interdittivo, ha ritenuto insussistenti i requisiti soggettivi richiesti dall’art. 80 del d.lgs. 50/2016

la circostanza che nei confronti della concorrente fosse stato emesso un provvedimento interdittivo - sia pure nella forma cosiddetta “atipica”- ha legittimato la amministrazione a ritenere che in capo alla impresa non sussistessero i requisiti morali che devono ricorrere per gli operatori economici che intendano in qualsiasi modo conseguire vantaggi dalla pubblica amministrazione.

Sentenza numero 619 del 26 giugno 2017 del Tar Reggio Calabria

 


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

la commissione, preso atto della esistenza nei confronti della concorrente di un provvedimento interdittivo, ha ritenuto insussistenti i requisiti soggettivi richiesti dall’art. 80 del d.lgs. 50/2016 Reviewed by on . Sentenza numero 619 del 26 giugno 2017 del Tar Reggio Calabria   [level-accesso-ai-contenuti-del-blog] [toggle style="closed" title="alcuni importanti pass Sentenza numero 619 del 26 giugno 2017 del Tar Reggio Calabria   [level-accesso-ai-contenuti-del-blog] [toggle style="closed" title="alcuni importanti pass Rating: 0
UA-24519183-2