domenica , 14 Aprile 2024

Home » 1. Appalti » In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo esse manifestazione della loro libertà contrattuale, mentre sono, al più, ammissibili solo correzioni di errori materiali nella compilazione dell’offerta, ictu oculi rilevabili” (cfr. Cons. Stato, Sez. IV, 12.12.2005 n. 7035) e riconoscibili come tali.

In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo esse manifestazione della loro libertà contrattuale, mentre sono, al più, ammissibili solo correzioni di errori materiali nella compilazione dell’offerta, ictu oculi rilevabili” (cfr. Cons. Stato, Sez. IV, 12.12.2005 n. 7035) e riconoscibili come tali.

In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo esse manifestazione della loro libertà contrattuale, mentre sono, al più, ammissibili solo correzioni di errori materiali nella compilazione dell’offerta, ictu oculi rilevabili” (cfr. Cons. Stato, Sez. IV, 12.12.2005 n. 7035) e riconoscibili come tali.

A tutela della par condicio tra i concorrenti e dell’interesse pubblico alla serietà dell’offerta, questa non può essere modificata nelle fasi di gara successive alla sua presentazione né dal concorrente né, a maggior ragione, dalla commissione di gara, cui essa non è imputabile.
Riferisce la ricorrente di aver partecipato, su lettera di invito del 15.12.2004, alla licitazione privata per l’affidamento del servizio di vigilanza fissa ed armata da prestare nel plesso ex Sicem, alla Via Manfredonia in Foggia, indetta dall’Amministrazione Provinciale di Foggia ai sensi del D.lgs. 17 marzo 1995 n. 157 e da aggiudicare con il criterio, previsto dall’art. 23, comma 1, lettera a), cit. D.lgs., del prezzo più basso e comunque ad un prezzo non inferiore al limite minimo previsto dal Decreto Prefettizio n. 546.A./AREA I del 18.2.2004 relativo alla cd. “tariffa di legalità”.

 

numero 2549 del 28 ottobre 2009, emessa dal Tar Puglia, Bari


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo esse manifestazione della loro libertà contrattuale, mentre sono, al più, ammissibili solo correzioni di errori materiali nella compilazione dell’offerta, ictu oculi rilevabili” (cfr. Cons. Stato, Sez. IV, 12.12.2005 n. 7035) e riconoscibili come tali. Reviewed by on . In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo ess In nessun caso”, comunque, “è consentito alla Commissione di modificare il contenuto sostanziale delle offerte presentate dalle imprese concorrenti, essendo ess Rating: 0
UA-24519183-2