giovedì , 2 Dicembre 2021

Home » 2. Cauzioni » il regime normativo delle dichiarazioni richieste ai fini dell’ammissione in gara è stato profondamente inciso a seguito dell’introduzione dell’art. 38 comma 2 bis e 46 comma 1 ter d.lgs. 163/2006, attraverso i quali si è prevista la possibilità per la stazione appaltante di assegnare al concorrente un termine per integrare o regolarizzare le dichiarazioni e gli elementi essenziali mancanti.

il regime normativo delle dichiarazioni richieste ai fini dell’ammissione in gara è stato profondamente inciso a seguito dell’introduzione dell’art. 38 comma 2 bis e 46 comma 1 ter d.lgs. 163/2006, attraverso i quali si è prevista la possibilità per la stazione appaltante di assegnare al concorrente un termine per integrare o regolarizzare le dichiarazioni e gli elementi essenziali mancanti.

Il nuovo quadro normativo è chiaramente orientato alla dequalificazione delle irregolarità dichiarative da fattori escludenti a carenze regolarizzabili o sanzionabili in via pecuniaria, soluzione questa che punta ad appurare il più possibile l’effettiva titolarità dei requisiti richiesti, senza vanificare o stravolgere l’esito della gara in ragione di mere carenze formali.

Tar Abruzzo, L’Aquila sentenza numero 784 del 25 novembre 2015

ritiene il Collegio che la ratio della disposizione esaminata, la quale, come si è detto, è da ravvisare, indubbiamente, nell’esigenza di superare le incertezze interpretative e applicative del combinato disposto degli artt. 38 e 46 del d.lgs. n. 163 del 2006, mediante la procedimentalizzazione del potere di soccorso istruttorio, che è diventato doveroso per ogni ipotesi di mancanza o di irregolarità delle dichiarazioni sostitutive, anche “essenziale”.


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

il regime normativo delle dichiarazioni richieste ai fini dell’ammissione in gara è stato profondamente inciso a seguito dell’introduzione dell’art. 38 comma 2 bis e 46 comma 1 ter d.lgs. 163/2006, attraverso i quali si è prevista la possibilità per la stazione appaltante di assegnare al concorrente un termine per integrare o regolarizzare le dichiarazioni e gli elementi essenziali mancanti. Reviewed by on . Tar Abruzzo, L'Aquila sentenza numero 784 del 25 novembre 2015 ritiene il Collegio che la ratio della disposizione esaminata, la quale, come si è detto, è da ra Tar Abruzzo, L'Aquila sentenza numero 784 del 25 novembre 2015 ritiene il Collegio che la ratio della disposizione esaminata, la quale, come si è detto, è da ra Rating: 0
UA-24519183-2