giovedì , 19 Settembre 2019

Home » 2. Cauzioni » il carattere autonomo della garanzia provvisoria

il carattere autonomo della garanzia provvisoria

non può non essere valorizzato il fatto che la prestazione del garante deve essere eseguita entro un termine assai breve (15 giorni dalla ricezione della denuncia di inadempimento) e tale aspetto assume peculiare rilievo in quanto espressione della volontà negoziale di consentire al beneficiario di escutere il garante con la stessa tempestiva efficacia con cui potrebbe far proprio un versamento cauzionale. Tale profilo è valorizzato dalla giurisprudenza di legittimità al fine di ritenere preclusa, quantomeno indirettamente, la possibilità per il garante di sollevare eccezioni in ordine al rapporto sottostante, non essendo immaginabile, nei tempi estremamente ristretti, lo svolgimento delle necessarie indagini per l'accertamento in concreto dell'inadempimento del garantito e della legittimità della richiesta dell'Amministrazione (cfr. Cass. civ., sez. III, 5 aprile 2012, n. 5526); in sostanza, la possibilità di ottenere un pagamento in tempi sì limitati valorizza la funzione persino “cauzionale” e comunque autonoma della garanzia che abilita alla riscossione delle somme, a prescindere, quindi, dal rapporto garantito.

Tar Venezia, sentenza numero 1059 dl 19 novembre 2018


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

il carattere autonomo della garanzia provvisoria Reviewed by on . Tar Venezia, sentenza numero 1059 dl 19 novembre 2018 [level-accesso-ai-contenuti-del-blog] [toggle style="closed" title="il testo integrale della sentenza"] Pu Tar Venezia, sentenza numero 1059 dl 19 novembre 2018 [level-accesso-ai-contenuti-del-blog] [toggle style="closed" title="il testo integrale della sentenza"] Pu Rating: 0
UA-24519183-2