lunedì , 26 Febbraio 2024

Home » L'Esperto Risponde » È da rilevare anzitutto la legittimità del provvedimento di revoca dell’aggiudicazione

È da rilevare anzitutto la legittimità del provvedimento di revoca dell’aggiudicazione

posto che l’Amministrazione ha revocato l’aggiudicazione in via di autotutela ai sensi dell’art. 21 quinquies l. 241/1990 per giustificati motivi di interesse pubblico e per esigenze di bilancio

in quanto il d.m. 5 maggio 2011 “incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici” ha previsto l’erogazione di un contributo che risulta essere inferiore del 40% rispetto a quello del “secondo conto energia”, preso in considerazione al momento del bando, e che, pertanto, l’investimento non risulta più essere vantaggioso, evidenziandosi una perdita in 20 anni per il Comune di euro 352.001,00 pari a una perdita di euro 17.600,00/annua. Conclude l’Amministrazione “l’eventuale l’esecuzione dell’opera pubblica suddetta alle condizioni vigenti determinate dalle disposizioni del vigente D.M. 5.07.2012 regolante la tariffa incentivante per gli impianti fotovoltaici, pregiudicherebbe di fatto la finanza pubblica dell’Ente”

passaggio tratto dalla sentenza numero 579 del 13 febbraio 2015 pronunciata dal Tar Puglia, Lecce


Per leggere interamente l'articolo...

Effettua il login

Accedi gratuitamente per 15 giorni

> ATTIVA LA PROVA GRATUITA

 

È da rilevare anzitutto la legittimità del provvedimento di revoca dell’aggiudicazione Reviewed by on . in quanto il d.m. 5 maggio 2011 “incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici” ha previsto l’erogazione di un contributo in quanto il d.m. 5 maggio 2011 “incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici” ha previsto l’erogazione di un contributo Rating: 0
UA-24519183-2