domenica , 23 Giugno 2024

Home » Ultim'Ora » Al fine di identificare il tipo di certificazione (UNI CEI ISO 9000), S_ ha utilizzato la stessa formulazione utilizzata dal legislatore all’art. 75, comma 7 del d. lgs. 163/06

Al fine di identificare il tipo di certificazione (UNI CEI ISO 9000), S_ ha utilizzato la stessa formulazione utilizzata dal legislatore all’art. 75, comma 7 del d. lgs. 163/06

breve passaggio dalla sentenza numero 45 del 9 febbraio 2015 pronunciata dal Tar Bolzano

Con un ulteriore motivo d’impugnazione la ricorrente censura l’asserita genericità delle certificazioni della serie UNI CEI ISO 9000 che sono state indicate dall’aggiudicatario RTI S_ nelle domande di partecipazione alla gara e aggiunge che il suddetto RTI si sarebbe avvalso della facoltà di dimezzamento dell’importo della cauzione, previsto dall’art. 75, comma 7 del d. lgs. 163 del 2006, mediante una dichiarazione che si limita ad affermare genericamente il possesso delle certificazioni del sistema di qualità della serie in questione, senza però fornire la necessaria prova.

Ebbene, premesso che il RTI S_ ha dichiarato di essere in possesso delle dichiarazioni della serie ISO 9000 (cfr. doc. 11 della S_ – domanda di partecipazione alla gara e doc. 31 – dichiarazione ai fini della cauzione), va osservato che, al fine di identificare il tipo di certificazione (UNI CEI ISO 9000), S_ ha utilizzato la stessa formulazione utilizzata dal legislatore all’art. 75, comma 7 del d. lgs. 163/06.

Al fine di identificare il tipo di certificazione (UNI CEI ISO 9000), S_ ha utilizzato la stessa formulazione utilizzata dal legislatore all’art. 75, comma 7 del d. lgs. 163/06 Reviewed by on . Con un ulteriore motivo d’impugnazione la ricorrente censura l’asserita genericità delle certificazioni della serie UNI CEI ISO 9000 che sono state indicate dal Con un ulteriore motivo d’impugnazione la ricorrente censura l’asserita genericità delle certificazioni della serie UNI CEI ISO 9000 che sono state indicate dal Rating: 0
UA-24519183-2